DETOURISM: NATALE A TAVOLA E I PIATTI DELLA TRADIZIONE VENEZIANA
Segnalazioni | Autore: Lo staff della Su e Zo

“Detourism: La newsletter di Venezia”, la newsletter dell’Ufficio Turismo del Comune di Venezia, oggi ci invita a scoprire i piatti veneziani che meglio rappresentano la tradizione di Natale a tavola! Buona lettura!

La vigilia di Natale a tavola: i piatti della tradizione veneziana

Dal baccalà mantecato ai bigoli in salsa, passando per le sarde in saòr e il mandorlato: ecco alcuni piatti della cucina veneziana che rappresentano la tradizione di Natale a tavola.

Protagonisti della tavola della Vigilia sono i piatti di “magro”, solitamente a base di pesce. Partiamo allora da un antico piatto tradizionale della notte prima di Natale, il risotto di bosega, una varietà di cefalo tipica della Laguna. La bosega viene lessata e servita con patate bollite, mentre con il brodo si fa un delizioso risotto. Un altro piatto di magro che di certo non mancherà in una cena della vigilia di Natale a Venezia sono i famosi bigoli in salsa, simili a grossi spaghetti conditi con un saporito sugo di cipolle e sarde.

Tra i secondi, oltre al branzino e al bisàto, l’anguilla in umido accompagnata dalla polenta, c’è il baccalà mantecato, servito su crostini di polenta o di pane. Un altro ottimo secondo piatto sono le sarde in saòr, ovvero sarde fritte e poi marinate in aceto e cipolla, una delle preparazioni più famose di Venezia e perfetto esempio di come la cucina veneziana riesca a inventare sapori ricchissimi da ingredienti e tecniche di grande semplicità.

E per finire, il tradizionale mandorlato, uno speciale torrone fatto con miele, albume d’uovo, zucchero e mandorle che si prepara fin dai tempi della Serenissima.

Scopri altri piatti della cucina veneziana

[fonte: La newsletter di Venezia, n. 48/2020 del 22.12.2020]
[immagine: Liubov Ilchuk via Unsplash]


Detourism: La newsletter di Venezia” è la newsletter redatta dall’Ufficio Turismo del Comune di Venezia che ogni due settimane viene inviata gratuitamente a centinaia di sottoscrittori e offre preziosi spunti di riflessione e approfondimenti sulla storia, l’arte e la cultura di Venezia.

Sul nostro sito web presentiamo solo alcuni assaggi della newsletter (tutti i post sono consultabili nella pagina archivio “Newsletter Detourism“), ma l’invito rivolto a tutti gli amici dell’associazione TGS Eurogroup e della Su e Zo per i Ponti è di iscriversi alla newsletter per riceverla direttamente nella propria casella email ogni quindici giorni.
Un ringraziamento particolare all’Assessorato al Turismo della città lagunare per aver accolto con entusiasmo questa nuova importante collaborazione tra TGS Eurogroup e l’Ufficio Turismo del Comune di Venezia e averci dato la preziosa opportunità di pubblicare sulle pagine di questo blog e del sito della Su e Zo per i Ponti alcuni estratti di questa newsletter, sia in italiano che in inglese.

Per ricevere la newsletter “Detourism” direttamente nella tua casella email ogni due settimane compila il modulo on line proposto dal Comune di Venezia.

Scopri tutti gli itinerari di #Detourism per esplorare una Venezia diversa, promossi dalla campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia della Città di Venezia. Adotta comportamenti consapevoli e rispettosi del patrimonio culturale e naturale di Venezia e della sua laguna, sito tutelato dall’UNESCO.

Servizio Turismo Sostenibile della Città di Venezia:
www.comune.venezia.it/it/EnjoyRespectVenezia
www.veneziaunica.it/it/content/detourism-venezia
turismosostenibile@comune.venezia.it
Facebook: @DetourismVeneziaOfficial
Instagram: @Detourismvenezia
Twitter: @DetourismVenice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.