DETOURISM: L’ARSENALE DI VENEZIA
Segnalazioni | Autore: Lo staff della Su e Zo

“Detourism: La newsletter di Venezia”, la newsletter dell’Ufficio Turismo del Comune di Venezia, oggi ci porta alla scoperta dell’Arsenale di Venezia! Buona lettura!

Cantiere di Stato della Serenissima, tiene viva la memoria della secolare supremazia sui mari dei Veneziani.

L’Arsenale, difeso da canali e da alte mura, è un enorme complesso di cantieri, officine e depositi dove per secoli la Serenissima ha costruito le proprie navi mercantili e da guerra.

Cuore della potenza economica, politica e militare di Venezia sin dal 1104, l’Arsenale diventa ben presto il più grande stabilimento industriale d’Europa, tanto che può essere considerato la prima grande fabbrica moderna. All’interno delle sue mura, gli arsenalotti, cioè le maestranze al servizio della Repubblica, estremamente qualificate e organizzate, costruivano navi e fabbricavano armi, corde, vele e remi. Qui sono state adottate per la prima volta efficientissime tecniche di produzione in serie, considerate veri e propri segreti di stato.

Gli arsenalotti godevano di grande considerazione da parte del Governo della Serenissima: a loro venivano affidati incarichi di particolare fiducia, come, per esempio, montare la guardia a Palazzo Ducale durante le sedute del Maggior Consiglio, la più importante magistratura dello stato veneziano.

Alcuni degli edifici più imponenti dell’Arsenale – le Corderie, le Artiglierie e le Tese del Cinquecento – sono oggi spazi utilizzati dalla Biennale di Venezia. Dal 1980, infatti, in occasione della 1. Mostra Internazionale di Architettura, l’area dell’Arsenale sud è diventata luogo espositivo della Biennale. Fino al 21 novembre 2021 sarà visitabile la 17. Mostra Internazionale di Architettura.

L’Arsenale nord, invece, è visitabile liberamente dal lunedì al venerdì negli orari 8-15. L’apertura al pubblico riguarda gli spazi esterni e il piano terra della Tesa 105. Le altre Tese dell’Arsenale nord e la Torre di Porta Nuova sono aperte al pubblico solo in occasione di eventi speciali.

Dal 1 novembre 2021 si potrà tornare a visitare anche il Padiglione delle Navi – parte del Museo Storico Navale della Marina Militare – situato nell’antica “officina remi” dell’Arsenale. Per visitare invece le aree dell’Arsenale di proprietà della Marina Militare è possibile rivolgersi all’Istituto di Studi Militari Marittimi.

Scopri gli eventi in corso all’Arsenale

[fonte: La newsletter di Venezia, N° 21/2021 del 14.10.2021]
[immagine: Joseph Costa / Pixabay]


“Detourism: La newsletter di Venezia” è la newsletter redatta dall’Ufficio Turismo del Comune di Venezia che ogni due settimane viene inviata gratuitamente a centinaia di sottoscrittori e offre preziosi spunti di riflessione e approfondimenti sulla storia, l’arte e la cultura di Venezia.
Sul nostro sito web presentiamo solo alcuni assaggi della newsletter (tutti i post sono consultabili nella pagina archivio “Newsletter Detourism“), ma l’invito rivolto a tutti gli amici dell’associazione TGS Eurogroup e della Su e Zo per i Ponti è di iscriversi alla newsletter per riceverla direttamente nella propria casella email ogni quindici giorni.
Un ringraziamento particolare all’Assessorato al Turismo della città lagunare per aver accolto con entusiasmo questa nuova importante collaborazione tra TGS Eurogroup e l’Ufficio Turismo del Comune di Venezia e averci dato la preziosa opportunità di pubblicare sulle pagine di questo blog e del sito della Su e Zo per i Ponti alcuni estratti di questa newsletter, sia in italiano che in inglese.

Per ricevere la newsletter “Detourism” direttamente nella tua casella email ogni due settimane compila il modulo on line proposto dal Comune di Venezia.

Scopri tutti gli itinerari di #Detourism per esplorare una Venezia diversa, promossi dalla campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia della Città di Venezia. Adotta comportamenti consapevoli e rispettosi del patrimonio culturale e naturale di Venezia e della sua laguna, sito tutelato dall’UNESCO.

Servizio Turismo Sostenibile della Città di Venezia:
www.comune.venezia.it/it/EnjoyRespectVenezia
www.veneziaunica.it/it/content/detourism-venezia
turismosostenibile@comune.venezia.it
Facebook: @DetourismVeneziaOfficial
Instagram: @Detourismvenezia
Twitter: @DetourismVenice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.