DETOURISM: BUON 1600° COMPLEANNO VENEZIA!
Segnalazioni | Autore: Lo staff della Su e Zo

Oggi “Detourism: La newsletter di Venezia”, la newsletter dell’Ufficio Turismo del Comune di Venezia, festeggia i 1600 anni di Venezia! Il 25 marzo del 421 è comunemente riconosciuto come il giorno di fondazione della città di Venezia, come testimonia la fonte manoscritta del Chronicon Altinate. Nel 2021 ricorrono i 1600 anni ab urbe condita, e la Città di Venezia celebra l’anniversario predisponendo un programma di eventi e manifestazioni organizzate e promosse da enti e istituzioni locali: mostre, percorsi museali e cittadini, conferenze e seminari.
Anche la Su e Zo rende omaggio alla Città di Venezia con il nuovo progetto “Su e Zo Detour – le visite guidate della Su e Zo per i Ponti di Venezia” (vedi precedente post: “La Su e Zo presenta: Su e Zo Detour!”).
Ed ora scopriamo di più sul 1600° compleanno di Venezia dalle pagine di “Detourism: La newsletter di Venezia”! Buona lettura!

Tre luoghi da scoprire, tra mito e storia

Secondo una tradizione secolare, Venezia ha 1600 anni di storia. Per consuetudine, si assume che la città sia stata fondata il 25 marzo del 421, giorno dell’Annunciazione.

Il legame tra il mito delle origini e la fervida cultura che ne discende si dispiega attraverso la stratificazione storica e architettonica dell’intera città. Indichiamo qui tre luoghi simbolici, forse poco noti, per celebrare l’anniversario della fondazione di Venezia.

1. La cappella della Visione di San Marco
La cappella della Visione di San Marco, all’interno del Convento di San Francesco della Vigna, si lega profondamente al mito fondativo della città. Secondo la tradizione, approdato nel luogo in cui ora sorge la cappella, primo nucleo della futura Venezia, San Marco vide un angelo in sogno: “Pax tibi Marce, Evangelista meus, hic requiescet corpus tuum” (Pace a te Marco, mio Evangelista, qui riposerà il tuo corpo”). Le parole dell’angelo, profezia che si avvera nell’828, sono impresse, come è noto, sul libro del leone alato, simbolo di San Marco ed emblema della Serenissima. È possibile visitare il convento dei frati minori su prenotazione (tel. 041 5222476 ore pasti), la cappella è ora chiusa per restauri. Da vedere, anche, alle Gallerie dell’Accademia, Il Sogno di San Marco, di Domenico Tintoretto.

2. La Basilica dei Santi Giovanni e Paolo
Nel corso di 1100 anni, dal 697 al 1797, a capo della Repubblica di Venezia si sono avvicendati 120 dogiNumerosi principi della Serenissima hanno scelto la Basilica dei Santi Giovanni e Paolo, la più grande di Venezia, come luogo di sepoltura, e le loro splendide tombe ci raccontano un pezzo di storia della città.

3. Il Pantheon dei Veneziani
Palazzo Loredan ospita il Pantheon Veneto, risalente al 1847. Si tratta di una collezione, di notevole valore storico e artistico, di busti e medaglioni rappresentanti “uomini insigni” nati o vissuti nelle province venete. Alcuni tra i maggiori scultori dell’epoca parteciparono alla realizzazione della collezione. L’accesso è libero (dal lunedì al venerdì con orario 8:30 -17). Sono disponibili anche le video lezioni dedicate alle origini di Venezia dell’Ateneo Veneto.

Il 25 marzo 2021 la Città di Venezia celebra l’anniversario dei 1600 anni con un programma di eventi ufficiali e una serie di manifestazioni, fino al 25 marzo 2022, organizzate e promosse da enti, istituzioni e associazioni locali e di altri luoghi nel mondo legati alla Serenissima.

Scopri di più su 1600Venezia, il sito web ufficiale delle celebrazioni per l’anniversario della Fondazione della Città di Venezia!

[fonte: La newsletter di Venezia, N° 05/2021 del 08.03.2021]
[picture: Ve.La. S.p.A.]


“Detourism: La newsletter di Venezia” è la newsletter redatta dall’Ufficio Turismo del Comune di Venezia che ogni due settimane viene inviata gratuitamente a centinaia di sottoscrittori e offre preziosi spunti di riflessione e approfondimenti sulla storia, l’arte e la cultura di Venezia.
Sul nostro sito web presentiamo solo alcuni assaggi della newsletter (tutti i post sono consultabili nella pagina archivio “Newsletter Detourism“), ma l’invito rivolto a tutti gli amici dell’associazione TGS Eurogroup e della Su e Zo per i Ponti è di iscriversi alla newsletter per riceverla direttamente nella propria casella email ogni quindici giorni.
Un ringraziamento particolare all’Assessorato al Turismo della città lagunare per aver accolto con entusiasmo questa nuova importante collaborazione tra TGS Eurogroup e l’Ufficio Turismo del Comune di Venezia e averci dato la preziosa opportunità di pubblicare sulle pagine di questo blog e del sito della Su e Zo per i Ponti alcuni estratti di questa newsletter, sia in italiano che in inglese.

Per ricevere la newsletter “Detourism” direttamente nella tua casella email ogni due settimane compila il modulo on line proposto dal Comune di Venezia.

Scopri tutti gli itinerari di #Detourism per esplorare una Venezia diversa, promossi dalla campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia della Città di Venezia. Adotta comportamenti consapevoli e rispettosi del patrimonio culturale e naturale di Venezia e della sua laguna, sito tutelato dall’UNESCO.

 

Servizio Turismo Sostenibile della Città di Venezia:
www.comune.venezia.it/it/EnjoyRespectVenezia
www.veneziaunica.it/it/content/detourism-venezia
turismosostenibile@comune.venezia.it
Facebook: @DetourismVeneziaOfficial
Instagram: @Detourismvenezia
Twitter: @DetourismVenice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.