TGS & DBYN IN VISITA AL COMUNE DI VENEZIA
Segnalazioni | Autore: Lo staff della Su e Zo

La visita a Ca’ Farsetti, sede del Comune di Venezia, è stata certamente uno dei momenti più significativi di “The Journey never ends”. il corso di formazione che ha visto l’incontro di 34 giovani da 7 diversi paesi europei (Italia, Belgio, Francia, Malta, Paesi Bassi, Slovacchia e Spagna) invitati a riflettere sul tema del dialogo interculturale e interreligioso in Europa. Lo scambio giovanile, primo progetto in Italia di Don Bosco Youth-Net organizzato direttamente dalla nostra associazione TGS e co-finanziato dal Programma Erasmus+, sì è svolto tra Mogliano Veneto e Venezia dal 4 all’11 Agosto 2019 e ha ricevuto il patrocinio della Città di Venezia, della Regione del Veneto e del Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia.

Venezia è stata prescelta quale destinazione privilegiata in quanto città che, per vicende storiche e culturali, nel corso dei secoli si è sempre dimostrata aperta al dialogo tra culture e religioni. L’incontro con l’Amministrazione Comunale presso il Municipio di Venezia ha consentito ai giovani partecipanti di toccare con mano la compresenza di realtà diverse per tradizioni, culture e religioni che da secoli convivono pacificamente nello stesso territorio.

Ad accogliere sabato 10 agosto il gruppo di giovani – tutti di età compresa tra i 18 e i 25 anni – e a fare gli onori di casa a Ca’ Farsetti, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale della Città di Venezia, è stato l’Assessore al Turismo Paola Mar, che da anni segue da vicino le attività dell’associazione TGS Eurogroup e in particolare l’organizzazione della passeggiata di solidarietà “Su e Zo per i Ponti di Venezia”, che ogni primavera coinvolge a Venezia 10.000 partecipanti in una giornata all’insegna del turismo sostenibile nel rispetto della città, alla scoperta della sua arte e della sua storia, della sua vera anima, della sua essenza.
Ed è  nella preziosa cornice della Sala Consiliare della Città di Venezia, con impareggiabile vista sul Canal Grande e sul Ponte di Rialto, che si è svolto l’incontro tra Amministrazione Comunale e i partecipanti al corso di formazione. Una vera e propria lezione di educazione civica che, partendo dai temi cari all’assessore, legati alle tematiche del turismo sostenibile in una città unica come Venezia, ha poi coinvolto tutti i partecipanti in domande e riflessioni legate in maniera più estesa al ruolo della città lagunare nel corso dei secoli quale esempio di dialogo aperto e costruttivo con culture, popoli e religioni diverse. Così ha dichiarato l’assessore al termine della sessione:

Ho spiegato ai ragazzi che il capoluogo lagunare nella Storia è sempre stato all’avanguardia nelle tematiche che hanno approfondito nel corso di questa settimana. Quello di oggi è stato uno scambio molto proficuo di opinioni e vedute. Si è rivelato interessante soprattutto analizzare con loro alcuni temi riguardanti il turismo, discutendo anche dei possibili modi per rendere ancora più capillare la nostra campagna di sensibilizzazione internazionale #EnjoyRespectVenezia. Credo che questi 34 giovani rappresentino il futuro e lavorare con loro per me non può che essere un orgoglio, oltre che una speranza. Devo dire che la loro reattività è stata ottima. Abbiamo discusso un paio d’ore anche sulle misure che sta adottando la Città e su come implementarle alla luce di come Venezia viene vista dall’estero. Voglio ringraziare Igino Zanandrea e l’associazione Don Bosco Youth-Net per l’importante opportunità che mi hanno offerto.

Paola Mar, Assessore al Turismo, Città di Venezia
(fonte: Comune di Venezia)

Lo Staff TGS Eurogroup

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *